Uno slogan semplice ma efficace per chiedere al Parlamento italiano una legge di cittadinanza europea per i figli degli immigrati nati sul suolo italiano. “Un milione di ragazzi solo perché sono figli di immigrati non vengono considerati italiani. I problemi sono tanti – spiega Khaled Shauki, responsabile dei “Nuovi italiani” per il Partito Democratico – è un problema anche andare in gita scolastica con i tuoi compagni, perché hai bisogno del visto; non puoi fare concorsi pubblici o  diventare giornalista, medico, avvocato: tutte professioni che richiedono la cittadinanza italiana”. Amir Issaa, rapper con papà egiziano e mamma italiana, dice: “Non possiamo più aspettare. Oggi un italiano può avere i capelli afro, gli occhi a mandorla ed essere italiano al 100%”. La manifestazione è stata organizzata da David Sassoli, europarlamentare del PD: “L’Italia è in ritardo rispetto a tutti. Subito una legge di cittadinanza con standard europei” e l’On. Jean-Léonard Touadi (PD): “Questi ragazzi hanno imparato la lingua, la cultura italiana, hanno un immaginario italiano. Chi nasce in questo Pasese ha diritto all’identità”  di Manolo Lanaro