In un video la prova che Valentino Tavolazzi, prima dell’elezione di Federico Pizzarotti, era già consigliere del neosindaco di Parma. Le sue consulenze riguardavano in particolare i bilanci e i conti del comune emiliano.

Dal suo blog oggi Beppe Grillo ha ribadito l’espulsione di Tavolazzi, già allontanato lo scorso marzo dal Movimento 5 stelle.

Il consigliere comunale della lista civica ‘Progetto per Ferrara’ era stato espulso all’indomani di una riunione – non autorizzata dal comico genovese – a Rimini tra alcuni aderenti del Movimento. Ma si fa strada l’ipotesi che Tavolazzi possa diventare direttore generale del comune di Parma sotto la guida del neo sindaco a 5 stelle Federico Pizzarotti. Grillo, però, forse non sa che Tavolazzi non ha mai smesso di collaborare con i vari gruppi dei 5 Stelle emiliani, viste le competenze in termini di bilancio e amministrazione pubblica.

Officine Tolau, un collettivo di giornalisti modenesi che si occupa di documentari politici, ha intervistato l’ex consigliere a Ferrara lo scorso 15 maggio, a soli tre giorni dal ballottaggio. Tavolazzi riceve una telefonata che viene ripresa dai cronisti (nel video). “Sto guardando il tuo bilancio, devo dirti due o tre cose importanti”, spiega l’ex simpatizzante del movimento al telefono. E ai giornalisti che gli chiedono con chi stesse parlando è lui stesso a dire: “E’ Federico Pizzarotti”. Poi prosegue: “Sto interpretando il bilancio di Parma e visto che lui (Pizzarotti, ndr) non ne sa, lo mettiamo in condizione di confrontarsi”.

Contrariamente a quanto scrive Grillo, sulla collaborazione di un fuoriuscito del Movimento 5 stelle gli attivisti la pensano diversamente , come conferma un esponente di rilievo del movimento emiliano, Massimo Bugani, consigliere comuinale a Bologna, aperto a chiunque “in buona fede” decida di continuare a collaborare nonostante l’espulsione. 

Insomma, una giornata di fuoco per il Movimento reduce dal boom elettorale alle amministrative. Tanto che, alla fine, il sindaco Pizzarotti ha postato un video sul blog di Grillo dove accusa “i media”, che “hanno cercato di minare il nostro rapporto con Beppe che da sempre è buonissimo”, ed è lui che “ci ha permesso di essere qui”.