Virano in territorio negativo le borse. Piazza Affari amplia le perdite. Il Ftse Mib 12.880 punti (-0,62%), All Share -0,57%. Negative anche Parigi (-0,23%), Bruxelles (-0,09%), Francoforte (-0,14%). Riducono i guadagni Londra (+0,22%). Lo spread tra i Btp e i Bund segna 433 punti sulla piattaforma Bloomberg. 

Dopo il profondo rosso di ieri le borse europee questa mattina all’apertura avevano tentato il rimbalzo. Dopo le prime contrattazioni Piazza Affari, il Ftse Mib segnava a 13.096 punti (+1,04%) e l’All Share a 14.042 (+0,96%). Segno più anche sui listi del Vecchio Continente: a Bruxelles Bel 20 2.111 punti (+1,04%); a Londra Ftse 5.320 (+1,03%); a Parigi Cac 3.032 (+0,97%); a Francoforte Dax 6.338 (+0,84%); ad Amsterdam Aex 291,46 (+0,80%). 

Deboli le borse di Asia e Pacifico con lo sguardo rivolto all’Europa zavorrata dall’incubo dell’uscita dalla Grecia dall’euro. A pesare è anche un sondaggio che indica a maggio, per il settimo mese consecutivo, un ulteriore rallentamento,della produzione in Cina. In crescita, invece, rame e petrolio sulle indicazioni che Pechino intende concentrarsi su politiche che stimolino la crescita. L’indice d’area Msci viaggia poco sotto la parità con Tokyo che ha chiuso poco mossa. Da segnalare a Seul la corsa del petrolchimico Hanwha (+4,6%)dopo essersi aggiudicato una commessa da 8 miliardi dollari per costruire unità abitative in Iraq. Sul Nikkei si mostra in luce Sharp (+7%) dopo che è giunta a conclusione la joint-venture con Sony per la produzione e la vendita di pannelli Lcd. In frenata Mazda (-3,7%): la casa nipponica ha siglato un memorandum d’intesa con Fiat per lo sviluppo e la produzione di un nuovo spider. A Sidney flebile rialzo sia per Bhp (+0,06%), sia per Rio Tinto (+0,08%).  Tokyo ha chiuso +0,08%. 

Chiusura mista ieri per Wall Street, sulla scia di notizie dall’Europa che indicavano che i leader europei mirano ad un accordo per mantenere la Grecia nell’euro. Il Dow Jones ha chiuso in calo di 6,66 punti, dello 0,05%, a 12.496,15 punti. Lo Standard & Poor’s 500 ha guadagnato 2,23 punti o lo 0,17% a 1.318,86. Il Nasdaq Composite Index ha guadagnato 11,04 punti, o lo 0,39%, a 2.850,12 punti.