“Bisogna riconoscere che questa volta il governo ha fatto una cosa giusta, è andato nella giusta direzione nel restituire un po’ di debiti che ha nei confronti delle imprese”. Così Luigi Angeletti, segretario nazionale della Uil, commenta la decisione dell’esecutivo di stanziare fondi per sanare i debiti dello Stato con le aziende. Angeletti si dice poi pessimista sulla soluzione della questione esodati: “Non abbiamo risolto il problema come è evidente, penso che adesso bisogna affrontarlo in Parlamento”. Ed è preoccupato per le polemiche che in questi mesi hanno riguardato Finmeccanica: “Contro l’azienda gli attacchi sono di due nature: da un lato ci sono i biechi interessi nazionali, dall’altro i concorrenti fuori dall’Italia, che forse sono anche più pericolosi”  di Andrea Postiglione