“Abbiamo tempi decisionali differenti da quelli proposti dalla giunta”: con questa motivazione gli artisti che hanno occupato la torre Galfa e che da giorni presidiano via Galvani declinano l’invito dell’amministrazione Pisapia a prendere parte all’incontro pubblico sulle ‘Officine creative’ nello spazio dell’ex-Ansaldo. L’assessore alla Cultura Stefano Boeri, di fronte a centinaia di associazioni milanesi, cita più volte l’esperienza di Macao che esprime “non il bisogno di uno spazio fisico, ma di una rete e di una politica nuova per tutta la città”. Lo stesso fanno i relatori dopo di lui, mentre i ragazzi di Macao in assemblea a cielo aperto, dicono chiaramente di non avere ancora una posizione comune in merito alla proposta di Boeri. Per questo rinunciano al confronto, scegliendo solo di andare all’ex-Ansaldo a leggere un comunicato  di Francesca Martelli