Il 15M conclude oggi le tre giorni di mobilitazioni indetta nel primo anniversario dalla “primavera spagnola”. Senza sentire la necessità di fare bilanci, il movimento degli “indignados” ha deciso di celebrare la presenza “in piazza” con nuove iniziative. A Barcellona in diversi punti della città sono stati indetti alcuni presidi davanti alle banche che si rifiutano di trovare soluzioni ai cittadini indebitati per i mutui. Manifestazioni varie anche davanti agli ospedali e cliniche a rischio di tagli e chiusura  di Cristina Artoni e Giulio M. Piantadosi