La finanza è sopra ogni essere umano. 

E’ la causa di tutti i problemi del mondo perché alletta i “poveri uomini” con la promessa di guadagno che guadagno non è. Gli interessi dei nostri piccoli risparmi sono sempre meno e i soldi continuano a girare. I soldi mettono in crisi i rapporti umani e familiari. La circolazione dei soldi copre i traffici illeciti e l’evasione fiscale.

Togliamo il potere alla finanza, togliamo i soldi dalle tasche dei cittadini.

Si dovrebbe fondare, per fare ciò, una nuova banca, on line, che non dia interessi ma “beni comuni“. Se depositi 1000 ad esempio hai diritto ad un biglietto del tram al giorno; se depositi 10000 hai diritto ad un biglietto del tram, al cibo tutti i giorni. 

Questa banca dovrà avere convenzioni che permettono di guadagnare per autofinanziarsi e poter avere dei tecnici di gestione. Il capitale dovrà essere investito solo in beni immobili.

Passo fondamentale la difesa della salute. Convenzioni quindi con strutture sanitarie di prima necessità fino a gratuità anche per interventi chirurgici nel caso di depositi alti con benefici positivi anche per i conti dello Stato.

Oggi molte banche danno una assicurazione sanitaria a “prezzi bassi” ma comunque a pagamento. Le banche ragionano solo sulla carta moneta.

Potrebbe essere un modo per ritornare al passato. Un tempo c’era il baratto

Oggi barattiamo l’indipendenza dalla finanza legando l’investimento alla realtà del bene comune. Niente soldi ma tanti servizi. 

La finanza ha rovinato il mondo e l’Italia. La nascita di una banca con questi indirizzi associata alle banche solidali potrebbe aprire nuovi mondi in cui il bene comune ne sia il fondamento.