A Catania il movimento dei Forconi fa una manifestazione davanti all’agenzia delle entrate siciliana, la Serit, e brucia le cartelle esattoriali. “Lo facciamo contro l’ondata di suicidi tra i piccoli imprenditori stretti tra crisi  tasse” dichiara Francesco Crupi, portavoce del movimento, accanto ad una bara portata in piazza dai manifestanti “Questo è diventato ormai un terrorismo fiscale perché – continua – non dare la possibilità alla gente di fare il proprio dovere la costringe al suicidio. Una volta ci mandavano i soldati piemontesi, oggi – conclude – ci fanno suicidare a noi stessi, ma è sbagliato suicidarsi, si deve resistere