Non ha nemmeno due anni di vita ed è già un sorvegliato speciale. Il Maxxi, il museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, lo spazio inaugurato nel giugno del 2010 e realizzato dall’architetto iracheno Zaha Hadid è a rischio commissariamento da parte del Mibac per un disavanzo di 11 milioni nei prossimi tre anni.  Complice della crisi del giovane museo i tagli ai fondi pubblici destinati alla cultura, ma anche un’offerta culturale troppo di nicchia e pochi investimenti per potenziare lo spazio  di Irene Buscemi