La giunta per le immunità del Senato ha rimandato la decisione sull’arresto di Sergio De Gregorio, senatore del Pdl accusato di associazione a delinquere finalizzata al compimento dei reati di truffa, corruzione e bancarotta fraudolenta dalla Procura di Napoli, per il quale il Gip ha chiesto la misura dei domiciliari. La discussione è stata posticipata al prossimo 2 maggio quando i senatori, dopo aver ascoltato ieri De Gregorio, porranno le proprie domande all’indagato prima del voto di giunta, previsto l’8 maggio. “La Lega deciderà dopo aver esaminato le carte” dice all’uscita il senatore Roberto Mura mentre il presidente Marco Follini, Pd, chiarisce di aver affidato a Francesco Sanna del partito democratico la relazione dei lavori di giunta e che il rinvio di ieri è dovuto all’assenza di un senatore  di Nello Trocchia