L'ex tesoriere della Lega, Francesco Belsito

E’ stato secretato su richiesta della difesa il verbale dell’interrogatorio a cui è stato sottoposto stamane l’ex tesoriere della Lega Francesco Belsito, indagato per truffa e appropriazione indebita nell’ambito dell’inchiesta sui rimborsi elettorali del Carroccio. E la Guardia di finanza ha sequestrato gli 11 diamanti che lui stesso aveva restituito la scorsa settimana dopo che il partito ha fatto sapere alla Procura dei preziosi, dei quali per i pm ne mancherebbe uno, non sono stati comprati per conto della Lega.

Belsito ha consegnato alcuni documenti al procuratore aggiunto Alfredo Robledo e ai pm Antonio Filippini e Roberto Pellicano. Nei prossimi giorni è previsto un secondo confronto tra lui e la Procura. Oggi, a quanto si è appreso, nelle due ore di incontro con i magistrati, l’ex gestore della cassa di via Bellerio si è limitato a rendere dichiarazioni spontanee. Nei giorni scorsi, ai media Belsito aveva detto di avere sempre agito per il bene e nell’interesse della Lega.