“Una scelta personale, maturata dopo il passo indietro di Umberto Bossi”. Così il leghista Davide Boni durante la conferenza stampa al Pirellone, dove ha reso pubbliche le sue dimissioni da presidente del Consiglio regionale. “Maroni e Calderoli mi hanno confermato la loro fiducia”, spiega, “ma ho scelto di onorare la responsabilità dimostrata dal presidente Bossi”. Dimissioni che secondo lo stesso Boni poco hanno a che fare con l’evoluzione delle indagini per corruzione che lo riguardano. “Dopo 35 giorni dall’avviso di garanzia la situazione non si è evoluta”, chiarisce Boni, che rimarrà tra i banchi della Lega Nord in qualità di semplice consigliere regionale  di Franz Baraggino