Mentre si invoca uno stop delle violenze, e ci si augura che il piano di Koffi Annan venga rispettato, il regime siriano continua a colpire duro. E’ di ieri l’ultimo massacro compiuto dalle forze in “ritirata” di Assad nella città di Taftanaz, nei pressi di Idlib. Nel filmato si vedono i corpi di una cinquantina di persone allineati in una fossa comune. Tra di loro alcuni militari del Free Syrian Army e un paio di uomini che lavoravano per la mezza luna rossa.

Oscar Wilde diceva “le peggior cose vengono fatte con le migliori intenzioni”. Così accade in Siria, dove il regime da un anno continua a massacrare la popolazione, probabilmente credendo di farlo nel bene.

Questo  il video (ndr: attenzione contenuto di forte impatto)