Modena ricorda Edmondo Berselli, a due anni dalla scomparsa, con tre giorni di incontri e presentazioni tra economia, scrittura e televisione.  Dal 12 al 14 aprile, per la rassegna “Quel gran genio del mio amico” in onore dell’intellettuale e giornalista, arriveranno, fra gli altri, Ezio Mauro, Ilvo Diamanti, Gad Lerner, Danilo Mainardi e Gioele Dix.

L’iniziativa è del comitato Amici di Edmondo Berselli in collaborazione con il Comune di Modena e prenderà il via alle 18 di giovedì 12 aprile all’Auditorium Marco Biagi con Edmondo Berselli e l’economia, presentazione del libro L’economia giusta, ripubblicato da Einaudi. Interverranno Ilvo Diamanti, politologo ed editorialista di Repubblica, Salvatore Rossi, vicedirettore generale della Banca d’Italia, ed Ezio Mauro, direttore di Repubblica.

La tre giorni modenese, venerdì 13 aprile alle 21, proseguirà al Forum Monzani di via Aristotele con “Edmondo Berselli e la scrittura”, presentazione dell’ebook Mondadori E poi chi lo porta fuori il cane?, sorta di prequel nato da lanci di Berselli sul social network Facebook prima che decidesse di scrivere il libro ‘Liu”. Alla serata interverranno Gad Lerner, giornalista e Danilo Mainardi, etologo e professore emerito all’Università Cà Foscari di Venezia. In chiusura Gioele Dix, accompagnato dal musicista Cesare Picco, leggerà brani da ‘Quel gran pezzo dell’Italia, cronache di un Paese provvisoriò, adattamento teatrale di Andrea Quartarone e Marzia Barbieri, vedova di Berselli.

L’ultimo degli appuntamenti del ciclo, Edmondo Berselli e la televisione, si svolgerà sabato 14 aprile alle 17 alla Sala Truffaut di via degli Adelardi, dove saranno proiettate due puntate di programmi realizzati dall’intellettuale modenese per la Rai: Milano centrale, tratta dalla trasmissione televisiva Giù al Nord, e Emilia, dalla trasmissione televisiva Un Paese chiamato Po. Intervengono Riccardo Bocca, giornalista e critico televisivo del settimanale L’Espresso e Michele Bovi, capostruttura di Rai1.

L’iniziativa del Comitato Amici di Edmondo Berselli è realizzata grazie alla collaborazione del Comune di Modena, della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, di Conad e del Cersaie.