Nuove leggi per rendere più trasparenti i bilanci dei partiti e più solidi i meccanismi di controllo dei finanziamenti alle forze politiche. Il tema, quanto mai d’attualità dopo la nuova inchiesta che coinvolge la Lega Nord e in particolare il suo tesoriere, lo mette in agenda il presidente della Camera Gianfranco Fini.

Fini ha infatti trasmesso ai gruppi parlamentari la nota del collegio dei revisori dei bilanci dei partiti per valutare “le iniziative legislative ritenute più opportune per migliorare, in particolare sotto il profilo della trasparenza e dei meccanismi di controllo, l’attuale quadro normativo in materia” di finanziamento pubblico.

Fini “ha ricevuto ieri da parte del Collegio dei revisori dei bilanci dei partiti e movimenti politici – si legge in una nota di Montecitorio – una lettera in ordine all’attuale disciplina in tema di controllo sull’utilizzo dei fondi pubblici erogati in connessione alle consultazioni elettorali, nella quale sono indicati anche taluni possibili interventi volti a rendere più efficaci le funzioni di verifica e riscontro attribuite al Collegio medesimo”.

“Il presidente della Camera ha trasmesso questa nota ai presidenti dei Gruppi parlamentari, ai componenti dell’Ufficio di Presidenza ed al Presidente della I Commissione Affari Costituzionali, per le rispettive valutazioni in ordine alle iniziative legislative ritenute più opportune per migliorare, in particolare sotto il profilo della trasparenza e dei meccanismi di controllo, l’attuale quadro normativo in materia”.