Il presidente americana, Barack Obama, ha dato il via libera a nuove sanzioni contro l’Iran. Lo afferma la Casa Bianca.

Il presidente statunitense, in pratica, ritiene che ci sia abbastanza petrolio sul mercato mondiale da permettere una decisione che comporti un taglio delle importazioni di greggio dall’Iran. Questo grazie all’aumento della produzione di greggio da parte di alcuni Paesi produttori, alle condizioni economiche e all’esistenza di riserve strategiche.

Ecco perchè l’amministrazione statunitense ha dato il via libera a nuove sanzioni verso quei Paesi che continuano ad acquistare petrolio da Teheran. La decisione, in particolare, si rifà a una legge firmata lo scorso dicembre e che prevede di sanzionare le istituzioni finanziarie straniere che continuino ad avere rapporti con la Banca centrale iraniana, l’istituzione  che normalmente gestisce il commercio di petrolio della Repubblica islamica.