Felice Casson, ex magistrato e senatore del Pd, sulla riforma della giustizia afferma: “Noi abbiamo idee diverse dal Pdl. Aspettiamo che cambino idea e non pensino solo ai processi di B. e della cricca”. Sulle intercettazioni, che definisce “indispensabili  – aggiunge – è migliorabile la tutela delle persone estranee al processo”. Casson, intervenuto ad una conferenza a Roma, prosegue sul terzo punto della riforma della Giustizia: “No citazione diretta del magistrato perché bloccherebbe tutti i processi e farebbe saltare la macchina della giustizia. Andrea Orlando, responsabile giustizia del Pd, avverte: “Nessuno scambio su Giustizia tra Anticorruzione ed Intercettazioni; chiediamo lo stralcio della norma sulla responsabilità civile dei giudici” infine “sul falso in bilancio ci fu una scelta scellerata, chiederemo al ministro Severino la sua reintroduzione” di Manolo Lanaro