Franco Battiato Nato parecchi anni fa a Jonia (Ct), compositore-cantante e regista. Negli anni settanta con la sua musica di ricerca ha attraversato le avanguardie europee. Alla fine degli anni settanta passa alla musica di larga comunicazione alternandola a opere classiche (cfr. F. Battiato, Blog, Il Fatto Quotidiano).

Battiato: “Ho alle spalle trent’anni di meditazione, quindi mi posso ritenere forse un professionista… E senza non potrei più vivere. Dovunque io viva, sento il bisogno di ritirarmi. Lo faccio due volte al giorno, come gli antichi egizi: mi ritiro all’imbrunire e al mattino prima di fare colazione e dopo aver fatto le abluzioni mattutine… Non è mai cambiato il sapore di questa dimensione metafisica (che poi per me è fisica), dai primi tempi a oggi, sono cambiate le tecniche, ma il sapore resta identico”. […]. Io vivo così. Anche quando vado in giro difficilmente inseguo il tempo. Ci sono le stanchezze di una tournée, quando ti sposti per trecento chilometri al giorno. Non le posso sottovalutare. Però per quella mezz’ora in cui mi ritiro ritrovo il mio mondo (cfr. F. Battiato, Alla ricerca di un oceano di silenzio, Onda Rock).

Senza scadere nella più becera ruffianeria, è sorprendente ritrovarsi a leggere un blog di Franco Battiato. La sua figura non è annoverabile alla voce “persone comuni”. Se in Italia esiste un artista che pare venire da un altro pianeta quello è proprio Battiato; un alieno “atterrato” dentro le pagine virtuali de Il Fatto Quotidiano.

Che voglia stabilire un contatto con noi? Nessun timore non è un essere ostile. Dicesi (in tal caso) extraterrestre, colui che proviene da un altro mondo, capace di aiutare mediante le proprie conoscenze. Resta da capire quanto sufficientemente sia illuminata “la fauna” alla quale si rivolge. Facendo riferimento ai commenti – spesso imbarazzanti – nei suoi post, si può tranquillamente affermare che gli incontri ravvicinati del terzo tipo dovranno proseguire lenti e pazienti. La lista di persone cui arrivare è infinita! Per non parlare della strada in grado di condurre a loro: “Caro Franco, il viaggio che ti si prospetta, sarà lungo e tortuoso”.

E a tal proposito, iscrivermi alla fila qui sopra, è logico quanto doveroso; post dopo post, un lumino, poi un barlume, infine un bagliore… potrebbe squarciare quel buio che al momento pare ottenebrare parte delle mie percezioni.

La cosa che al momento rassicura, è scoprire il piacere inaspettato e la gioia sincera, nell’aver stabilito un contatto con “E.t.”. Realizzare poi che, ogni tanto, la foto del blog di un dj qualunque compaia nel sito de Il Fatto Quotidiano, sotto o sopra quella di Franco Battiato, rientra in quelle cose che non ti aspetti, appartenenti – decisamente – a un altro mondo.

9 canzoni 9 … di Franco Battiato

Lato A

Aria di Rivoluzione

L’Esodo

Odore di Polvere da Sparo

Mesopotamia

Lato B

L’Ombra della Luce

Il Re del Mondo

L’era del Cinghiale Bianco

Up Patriots To Arms

Cafè de la Paix