Una cartuccia calibro 7.65 avvolta in un pezzo di carta assorbente e un foglio formato A/4 con minacce nei confronti “di personalità di rilievo istituzionale, esponenti del mondo economico e associativo, politici e sindacalisti”: il tutto in una missiva anonima indirizzata al Prefetto di Reggio Emilia, Antonella Di Miro.

Lo scritto – ha reso noto stasera la Questura – “si connette alle attuali contingenze politico-economiche, in particolare al confronto in atto sulla riforma dell’articolo 18”. La missiva, ha precisato laQuestura, è arrivata ieri mattina in Prefettura tramite posta ordinaria. Gli accertamenti sono condotti dalla Digos, che ha in corso “attivissime indagini”.

Secondo fonti investigative la minaccia sarebbe molto seria. Le indagini sarebbero coordinate direttamente da Roma.