Mona Eltahawi egiziana di origine, lasciò l’Egitto nel 2000 per andare negli Stati Uniti, a causa delle sue posizoni critiche nei confronti di Mubarak. Ha ottenuto la cittadinanza statunitense ed è un’editorialista e analista politica dei più grandi giornali americani, come il Washington Post e il New York Times. Il 24 novembre 2011 si trovava nei pressi di piazza Tahrir al Cairo, dove è stata arrestata. La polizia le spezzò le mani e abusò sessualmente di lei, nelle 12 ore di detenzione.Il suo rilascio è dovuto a un tweet che è riuscita a inviare dalla prigione. Nel giro di 15 minuti dall’invio l’hashtag #FreeMona è schizzato in vetta alle classifiche di twitter in tutto il mondo, creando un movimento dei medi di Cosimo Caridi