Ramana Maharshi – 30 dicembre 1879-14 aprile 1950. Non teneva conferenze, lui era un insegnamento vivente. E’ stato uno dei saggi più celebrati in India.

Da “L’insegnamento di Sri Ramana Maharshi” Edizioni Vidyananda

1) Chi sono io?

Io non sono il corpo grossolano, composto dai sette umori. Io non sono i cinque organi di senso, vale a dire udito, tatto, vista, gusto e odorato, che comprendono i loro rispettivi oggetti, cioè suono, tatto, colore, sapore e odore. Io non sono i cinque organi di senso cognitivi, cioè gli organi della parola, del movimento, della presa, dell’escrezione e della procreazione, che svolgono le rispettive funzioni di parlare, muoversi, afferrare, eliminare e provare piacere. Io non sono i cinque soffi vitali, prana, ecc., che esercitano rispettivamente le cinque funzioni di inspirare ecc. Io non sono neppure la mente che pensa. Io non sono neanche la nescienza, che comprende solo le impressioni residue degli oggetti e nella quale non vi sono oggetti né funzioni.

2) Se non sono nessuno di questi, allora chi sono io?

Dopo aver negato tutte le cose menzionate sopra dicendo “non questo”, “non quello”, la Consapevolezza che sola rimane-quella. Io sono.