A un giorno dalla Maratona di Roma, i lavoratori dello spettacolo protestano intorno all’edificio della Regione Lazio. Chiedono il risarcimento degli investimenti anticipati sulle attività artistiche e un piano di ripristino dei tagli. “Tutte le attività già svolte nel 2009, 2010 e 2011 non sono state pagate – ha spiegato Chiara, curatrice di eventi – Per organizzare i festival, abbiamo dovuto chiedere dei prestiti in banca di 20, 30, 40 mila euro con un mandato firmato dalla Regione Lazio che però non ha ancora pagato”. La denuncia degli artisti, raccolti a Roma dal coordinamento “Cultura Bene Comune”, riguarda, inoltre, il decurtamento sul bilancio degli investimenti sul settore culturale del 71% e l’assenza di politiche culturali per il 2012 di Paola Mentuccia