Reddito minimo garantito e ammortizzatori sociali a tutela dei precari. Si è parlato di questo ieri sera a Roma nell’incontro organizzato da Tilt – la rete dei giovani di sinistra – con i ricercatori dell’università Oxford, Martina Di Simplicio ed Emanuele Ferragina. Due ragazzi italiani trasferitisi in Inghilterra per lavoro che insieme ad altri ricercatori hanno fondato la “Fonderia Oxford”, un laboratorio politico per studiare e individuare le soluzioni per una buona riforma del lavoro. “L’articolo 18 è un falso problema, il punto chiave è la flessibilità in entrata, la chiave di tutto è l’equità, bisogna toccare i patrimoni e i privilegi di chi ha di più. Smantellare gli ordini professionali e le pensioni elevate per ridistribuire la ricchezza a chi ha meno” di Irene Buscemi