“Io non sono il biografo di Veltroni, ma non mi sento a mio agio quando ascolto quello che dice sui temi del lavoro”. Nichi Vendola, presidente della regione Puglia e leader di Sel, non porge le sue scuse all’ex sindaco di Roma, ma rilancia: “Quella non è la posizione del Pd, Prodi ha definito le sue parole agghiaccianti”. l’ex leader aveva spiegato che l’articolo 18 “non è un tabù”, ma incassa la reazione anche di Rosy Bindi che, ai microfoni de ilfattoquotidiano.it, chiarisce che la posizione del Partito democratico è quella dell’assemblea nazionale: “Comunque non è la priorità”  di Nello Trocchia