Inderogabili e inviolabili. Sono i diritti contenuti nella Casta Costituzionale, che questa sera sarà al centro dell’incontro organizzato dall’associazione Magistratura Democratica. Tre i relatori che approfondiranno anche l’atteggiamento della politica nei confronti della Costituzione: con Gherardo Colombo, ex magistrato, si parlerà inevitabilmente di P2, di Tangentopoli e dei processi attuali che coinvolgono i colletti bianchi, nel rapporto tra l’esercizio della giurisdizione in settori che riguardano la gestione della cosa pubblica e la politica. Il magistrato Giovanni Palombarini, parlerà del ruolo della magistratura attraverso la crescita della sua indipendenza (dalla gerarchia e dalla politica), di vecchi e “nuovi” diritti, di tutela del lavoro, di regolamentazione del “fine vita”, procreazione assistita e coppie di fatto.

Tanti i temi all’ordine del giorno dell’incontro che inizierà alle 21 al teatro della 14esima (via Oglio 18, Milano), organizzato in collaborazione con il consiglio di zona 4. Presente anche il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, nella duplice veste di avvocato e primo cittadino. Nel suo intervento, si toccheranno varie tematiche: della realizzazione del principio di uguaglianza in un città caratterizzata da una significativa distanza tra ricchi e poveri ai problemi dell’immigrazione, dai profughi alla sicurezza, fino alle infiltrazioni mafiose. L’incontro sarà moderato da Manuela Massenz, sostituto Procuratore a Monza.