Skip to content


Sei in: Il Fatto Quotidiano > Blog di Elisabetta Reguitti > Napolitano, aiu...
I blog de IlFattoQuotidiano.it
Elisabetta Reguitti
Giornalista

Napolitano, aiutaci tu. Diario dalla torre-faro

Un duplice appello dall’alto. Ai media di non smettere di raccontare e al presidente Giorgio Napolitano di interessarsi alla vicenda degli 800 licenziati del servizio treni notte. Ecco le parole dei tre uomini della torre-faro.
Diario
Dall’ 8 dicembre viviamo a trenta metri di altezza, in cima alla torre faro del binario 22, alla stazione Centrale di Milano. Siamo Carmine, Oliviero e Giuseppe, tre ex lavoratori della Servirail, la ex Wagon Lits. Insieme ad altri 800 siamo rimasti senza lavoro perché le Ferrovie dello Stato hanno deciso di sopprimere i treni notturni a lunga percorrenza. Ogni treno che passa ci saluta con un colpo di sirena, noi rispondiamo con i fischietti.

Ma dopo settimane di ribalta mediatica – oltre alle temperature sotto zero, abbiamo pure dovuto sopportare una visita di Domenico Scilipoti in favor di telecamera – della nostra lotta si parla sempre meno. Oggi ci rivolgiamo direttamente al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, certi che il nostro appello non rimarrà inascoltato:

Caro presidente, siamo tre lavoratori licenziati, convinti di rappresentare altri 800 e altre migliaia di cittadini che si trovano nelle stesse nostre stesse condizioni. Caro Presidente, ci è stato negato il diritto al lavoro, a contribuire con i nostri sacrifici e quelli di tutti i cittadini onesti, a far crescere il nostro bellissimo Paese. Caro Presidente, siamo le ultime vittime di un sistema malato e siamo qui per denunciare la scellerata strategia aziendale avallata dai palazzi del potere. Chiediamo il ripristino dei treni notte finanziati con i soldi di tutti i contribuenti, treni che in questi anni hanno unito il paese, simbolo dell’unità d’Italia.
Caro Presidente, siamo preoccupati che tutta questa disperazione, che ogni giorno viene alimentata da ingiustizia, iniquità sociale, soprusi e corruzione, possa portare il nostro Paese a una deriva pericolosa per la democrazia. Viva l’Italia!
I licenziati dei Treni notte.

Il Fatto Quotidiano, 20 Gennaio 2012

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo thread. Ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7 e che il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500. E' necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic. Per alcuni giorni, a causa di ragioni tecniche, tutti commenti andranno in pre moderazione. Inoltre, chi posterà più volte lo stesso commento (anche se con parole diverse) verrà segnalato. Ti avvisiamo che verranno pubblicati solo i commenti provenienti da utenti registrati. La Redazione