Con la riforma del mercato del lavoro e il dibattito sulle liberalizzazioni, il governo Monti prova a inaugurare la cosiddetta fase due: “crescita nel rispetto dell’equità sociale”, affinché le categorie meno protette non siano penalizzate. Sono questi i temi al centro della decima puntata di Servizio Pubblico dal titolo “Salvare tutti” in onda stasera dalle 21. Come ogni giovedì, sarà possibile seguire la trasmissione sul canale in chiaro di Sky, Cielo, oltre che su un network di televisioni locali e in diretta streaming sul sito del Fatto Quotidiano. A questi si aggiungono i canali 100, 500 e 504 di Sky, i siti dei maggiori quotidiani nazionali e in esclusiva anche su Radio Capital. E i sondaggi proposti da Giulia Innocenzi animeranno la pagina Facebook del programma.

Saranno in studio Benedetto Della Vedova, deputato e capogruppo di Futuro e Libertà, il segretario della Fiom-Cgil Maurizio Landini, l’onorevole Alessandra Mussolini del Popolo della Libertà e Roberto Sommella, vice direttore di Milano Finanza. Sandro Ruotolo invece, in collegamento dalla Sicilia, racconterà la mobilitazione del ‘Movimento dei Forconi‘: gli agricoltori hanno paralizzato l’Isola con la collaborazione degli autotrasportatori per chiedere la defiscalizzazione dei carburanti e dell’energia elettrica, l’utilizzo dei fondi europei per lo sviluppo per risolvere la crisi dell’agricoltura e il blocco delle procedure esecutive della Serit, l’agenzia siciliana di riscossione dei tributi. Nonostante abbia paralizzato l’isola da qualche giorno, però, il Movimento ha trovato poco spazio sui mezzi d’informazione. Per questo sul profilo Facebook di Servizio Pubblico gli utenti chiedono di approfondire la “protesta siciliana”, mentre e altri sottolineano che “i TG non ne parlano per evitare un effetto domino”

In attesa della puntata, si è animato il dibattito sul social network intorno a chi interverrà in studio. “Amici, stasera sarà ospite di Benedetto della Vedova, capogruppo di Fli e noto per le sue idee liberali, – scrive lo staff in uno degli ultimi status – che ha detto che di fronte ai tassisti che bloccano le città occorre ‘esercitare autorità’, perché altrimenti ‘si rinuncia alle riforme e all’interesse del Paese’. Siete d’accordo?”. E su Landini la redazione chiede agli utenti se “la sua opposizione a qualunque riforma nel sistema produttivo possa danneggiare i lavoratori, facendo trasferire o chiudere le fabbriche”. Le risposte e i commenti online saranno poi girati agli ospiti nel corso della trasmissione.

La settimana scorsa Servizio Pubblico ha esordito anche su Cielo, il canale in chiaro di News Corp, dove ha ottenuto uno share dell’1,81 per cento con 446.000 ascoltatori medi e ben 2,7 milioni di contatti netti. Sui dati trasmessi da Auditel tuttavia, nelle settimane scorse Sky aveva denunciato l’inadeguatezza del sistema di rilevamento sanzionato lo scorso dicembre dall’Antitrust con una multa di 1,8 milioni per abuso di posizione dominante.