Un proiettile a Giuliano Pisapia per aver introdotto l’Area C, con relativo pedaggio per entrare in auto nella zona centrale della città. Una busta con un bossolo e una lettera con minacce indirizzata al sindaco di Milano è stata intercettata dai carabinieri, che ora  indagano per risalire al responsabile.

La missiva è stata bloccata ieri, intorno alle 18, nel centro di smistamento della posta di San Donato e affidata ai militari. Secondo le prime indiscrezioni la lettera, che non contiene rivendicazioni politiche, è lo sfogo di un cittadino “arrabbiato” per l’introduzione dell’Area C, appena entrata in vigore tra molte polemiche lunedì 16 gennaio, che lo costringe a pagare per andare a lavorare.

L’autore del messaggio minatorio chiede una marcia indietro del sindaco o si dice pronto a sparare.