E brava la Lega, che grida Roma Ladrona e poi salva i politici sospettati di essere camorristi. Oggi, nuovo colpo di mazza alle fondamenta della Lega. Chi ha un briciolo di dignità dovrà ammettere definitivamente cosa è diventata la Lega oggi, e cioè un partito che, per una gran parte, è “romano più dei romani”, politicamente parlando.

La Camera ha salvato Cosentino dal naturale corso di un’inchiesta della magistratura, quello che qualunque cittadino avrebbe dovuto subire. Ma i politici no, loro non sono cittadini qualunque, sono al disopra di ogni sospetto, di ogni giudizio. E questo è avvenuto grazie al voto della Lega. Era un voto necessario per raggiungere l’obiettivo del Federalismo? Anche quello di oggi era un passo penoso ma necessario per difendere la “Padania” e avvicinarsi alla secessione? Il Paese da qui non lo sento, ma sono sicuro che sta gridando “Vergogna!”

Conto alla rovescia iniziato. Tra non molto ho il sospetto che avremo una scissione. Come farà il leghista onesto della prima ora, quello animato da autentica voglia di riscossa politica e sociale, quello che magari, nella prima Repubblica, votava Pci o Democrazia Cristiana, a stare nello stesso partito di chi salva dal giudizio i sospetti camorristi? Oggi la Lega non è più al Governo, non deve più fare favori alla casta. Oggi li vuole fare