Skip to content


Sei in: Il Fatto Quotidiano > Blog di Alex Corlazzoli > I materassi per...
I blog de IlFattoQuotidiano.it
Alex Corlazzoli
Maestro e giornalista

I materassi per salvare la scuola

Le scuole non hanno soldi ed ecco la prova materasso per risolvere i problemi. L’idea è di una ditta di Bolzano che avrebbe già dato contributi a numerosi gruppi di genitori dell’hinterland milanese. Mamma e papà per migliorare il funzionamento della scuola, per trovare quattro soldi per ridipingere le aule o per organizzare un viaggio d’istruzione, si sono offerti per una sera alla prova del materasso. Uno “sforzo” che frutta 700 euro: è questa infatti la cifra che la società trentina offre ai genitori: “Due ore nelle quali un nostro relatore vi darà dei buoni consigli sulla salute della vostra colonna vertebrale e alla fine presenterà la nostra linea di riposo. Il contributo viene dato a inizio serata e non c’è nessun obbligo d’acquisto”, scrive in una mail l’addetto dell’azienda contattato da un genitore.

Per i genitori un solo impegno suggerito dalla stessa ditta: “Avere una sala dove effettuare la presentazione dei materassi (di solito sono sale scolastiche, dell’oratorio che il Don cede ben volentieri in cambio di un’offerta che di solito é di 50 euro); un piccolo rinfresco finale (le signore di solito fanno qualche torta fatta in casa, qualche bibita) e l’invito massimo a 25 coppie, questo è l’impegno fondamentale!”. Ormai la scuola italiana regge sul volontariato. I genitori che un tempo ospitavano in casa la prova delle padelle per guadagnare qualche soldo oggi si “buttano” sui materassi per salvare la scuola italiana.

E a Rivolta D’Adda l’assessore all’istruzione Angelo Cirtoli è riuscito a ridipingere i locali di otto aule delle scuole medie solo grazie a nove imbianchini che gratuitamente hanno prestato due giornate di lavoro per affrescare le aule della scuola Dalmazio Birago.


Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo thread. Ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7 e che il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500. E' necessario attenersi ai Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic. Per alcuni giorni, a causa di ragioni tecniche, tutti commenti andranno in pre moderazione. Inoltre, chi posterà più volte lo stesso commento (anche se con parole diverse) verrà segnalato. Ti avvisiamo che verranno pubblicati solo i commenti provenienti da utenti registrati. La Redazione