”Ho appreso questa mattina dalla mia amministrazione dell’arrivo del bonifico, di oltre 19mila euro, per i soggiorni del signor Malinconico nel 2007 e 2008. Lo abbiamo restituito perché nulla ci è dovuto”. A riferirlo è Roberto Sciò, proprietario dell’hotel Il Pellicano, che proprio ieri sera al fattoquotidiano.it aveva dichiarato: “Ho chiamato poco fa l’amministrazione, non mi risulta che ci sia stato nessun pagamento del professor Malinconico come lui avrebbe dichiarato. Comunque non deve nulla, perché tutto è stato già saldato da De Vito Piscicelli“. L’hotel in questione è quello dove l’ex sottosegretario aveva soggiornato a spese dell’imprenditore Piscicelli. Il bonifico sarebbe stato eseguito lunedì scorso, il giorno prima delle dimissioni dell’ex sottosegretario. Intervistato in serata Roberto Sciò aveva detto: “Non mi sorprendono le dimissioni di Malinconico – continua Sciò – non credo che potesse fare altro, eticamente non credo sia il massimo essere coinvolto in una storia del genere, umanamente mi spiace per una persona così a modo”. L’albergatore aveva aggiunto anche altri particolari: “Non ricordo se Malinconico abbia insistito per pagare quei soggiorni”, poi si sbilancia sulla figura di Piscicelli: “Vedendo come si prodigava per quel cliente gli dissi: ‘Oh Francesco, ma te lo sei adottato questo professore… diamoci una mano poi Francesco’. In un caso, per uno dei soggiorni, pagò anche in anticipo l’imprenditore, però sa che penso: Piscicelli è un illuso, ha troppe manie di grandezza, fare queste cose non alla luce del sole, tu paghi un soggiorno per avere poi qualcosa in cambio, ecco questo non va più bene”.

da Il Fatto Quotidiano del 11 gennaio 2012