Il Fatto, con una documentata e rigorosa inchiesta condotta da Carlo Tecce ha rivolto alcune domande alla direttrice generale della Rai Lorenza Lei. Non si tratta di questioni private o di gossip, ma di questioni attinenti assunzioni, gratifiche, contratti di consulenza che sarebbero stati dati ad amici e parenti.

Sino ad ora non sono state fornite risposte esaurienti, forse non hanno ancora letto l’articolo o forse stanno cercando un coraggioso “estensore testi”… In ogni caso basterà attenersi all’evangelico “sia il tuo dire si, si, no, no”, tutto il resto è “farina del diavolo”.

Se possiamo, infine, dare un consiglio di tipo linguistico ci permetteremmo di sconsigliare di utilizzare l’espressione “Episodi accaduti a sua insaputa“.
Così tanto per evitare anche alla Rai una “malinconica fine”.