Antonio Catricalà

Il governo intende intervenire sulle liberalizzazioni con un decreto legge: il provvedimento verrà varato entro il 20 di questo mese. Lo ha annunciato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, intervenendo a Porta a porta. “Per una legge serve troppo tempo, ma vogliamo che i partiti si esprimano”.

Le liberalizzazioni ”riguarderanno tutti i settori”, ha detto Catricalà annunciando l’intenzione del governo di intervenire anche sull’acqua, nonostante il referendum. “Pensiamo di fare modifiche che non vadano contro il risultato referendario, ma non vogliamo che sia un escamotage” per aggirare la scelta degli italiani. “Ce la dobbiamo fare, c’è un documento che il presidente Monti e io stiamo assemblando e che riguarda tutti i settori”, dice Catricalà, che aggiunge: “Il premier ci mette le mani e la testa, personalmente porto la mia esperienza, ma ci avvaliamo delle esperienze di tutti e soprattutto del ministro Passera”. Per Catricalà inoltre si dovranno “consultare i partiti di maggioranza”.

Nel merito, Catricalà ha parlato di un intervento che riguarderà “tutti i settori: energia, assicurazioni, trasporti, farmacie, notai e acqua”. Riguardo alle farmacie, “ci sarà un aumento della pianta organica in modo da avere i giusti sconti sui farmaci”. Un discorso simile vale per i notai: “Anche qui ci sarà un aumento particolarmente rilevante della pianta organica”. Quanto al trasporto ferroviario, “esistono storture che avvantaggiano le Ferrovie dello Stato, ci saranno norme per una maggiore facilità di accesso”. E sul fronte energetico, afferma ancora Catricalà, “lo scorporo di Eni e Snam non è una delle priorità indicate, ma ci sono tanti altri rimedi per pagare meno il gas”. Per i carburanti, il sottosegretario ha accennato al fatto che i benzinai possano vendere anche altri prodotti.

Secondo quanto si apprende, un giro di tavolo sul primo pacchetto di interventi potrebbe esserci già nel consiglio dei ministri che dovrebbe tenersi alla fine della settimana, probabilmente venerdì.