Il presidente della Camera penale di Ferrara, l’avvocato Franco Romani, si è ucciso nella sua abitazione a Ferrara. A trovare il cadavere nel garage pare sia stato il figlio poco dopo le 8 del mattino. L’uomo, classe 1949, si è impiccato con una corda a un gancio.

Sono intervenuti la polizia, ilmedico legale e il magistrato di turno, ed è stata disposta l’autopsia.

Dopo una carriera nel mondo del commercio, Romani era passato agli studi giuridici e nel 1991 si era laureato in giurisprudenza a Bologna. Poi era diventato anche avvocato cassazionista. Molte le attività di sensibilizzazione sulla lotta alla mafia e sulla legalità che aveva promosso nella Camera penale, e fra qualche giorno era previsto un suo intervento, come relatore, in un incontro.