Una giornata invernale con il sole. Le vacanze di Natale. Impossibile per un bambino di dieci anni non uscire a giocare con gli amici nel cortile di casa. Ma proprio in quel cortile, davanti agli occhi degli amichetti e degli stessi genitori, il piccolo Davide Esposito ha incontrato la sua fine: una colonna di mattoni in costruzione gli si è rovesciata addosso, uccidendolo sul colpo.

Erano le 15.30 quando si è consumata la tragedia a Castelbarbato di Pizzale, nel comune di Fontanellato. Davide aveva appena finito di pranzare e stava giocando nel cortile di casa, al civico 140 della località Pizzale, in piena campagna. Davide stava giocando con alcuni amici e due fratellini. I genitori erano tranquilli in casa: il piccolo tra pochi giorni avrebbe compiuto 10 anni. Ma non è arrivato a festeggiare, la sua gioia di bambino è finita contro quel muretto di mattoni: una colonna mai completata, che insieme ad altre spesso veniva usata dai piccoli come nascondiglio.

Secondo la ricostruzione effettuata dai vigili del fuoco, forse si è verificato un impatto non previsto con la struttura in mattoni, al punto da farla crollare su sé stessa: l’intera colonna è caduta in testa al piccolo Davide, travolgendolo e facendolo perdere i sensi. Davide ha potuto fare poco: i mattoni gli sono crollati in testa e su tutto il corpo, bloccandogli il respiro e le vie di fuga. Pare che fosse stato un impatto avvenuto durante il gioco, per pura casualità. I parenti erano in casa, ma nessuno è riuscito ad aiutare il piccolo: ai genitori, completamente impotenti davanti a una simile tragedia, non è rimasto altro che chiamare il 118. E’ intervenuto d’urgenza l’elisoccorso, constatando purtroppo il decesso di Davide.

Sul posto sono giunti anche i carabinieri di Fontanellato e i vigili del fuoco per indagare sulla dinamica dell’incidente. Il magistrato di turno ha disposto l’autopsia per dare una certezza alle cause del decesso.