Il podio di Memology 2011

Quorum, referendum e Marco Simoncelli sono stati al centro del pensiero degli italiani, e la morte di Osama bin Laden è stato l’argomento più interessante su scala mondiale. Almeno su Facebook. E’ quanto emerge da Memology 2011, la classifica degli elementi più popolari condivisi sul social media. Una bilancio annuale per scoprire gli acronimi diventati virali, le notizie più discusse oltre ad artisti e telefilm che hanno occupato con frequenza le bacheche degli ottocento milioni di utenti. La top ten è stata postata sul blog ufficiale della piattaforma e sulla pagina dedicata è possibile scorrere la singola classifica dei dodici paesi analizzati.

Per quanto riguarda l’Italia, gli aggiornamenti di status degli utenti del Belpaese hanno riguardato in primo luogo quorum e referendum. I quesiti dello scorso giugno e l’invito alle urne sono stati infatti veicolati in Rete attraverso decine di iniziative virali. Al secondo posto troviamo invece Marco Simoncelli, il motociclista tragicamente scomparso a Sepang lo scorso ottobre, seguito dal Feng Shui, tecnica di arredamento orientale. Il tormentone dell’estate 2011 “Danza Kuduro” conquista il quarto posto, prima di Barbra Streisand, del terremoto e disastro nucleare in Giappone e del rapper italiano Fedez, che a 21 anni è già un tormentone su YouTube. Ottavo e nono due eventi di carattere politico, occupati rispettivamente dalla morte di Osama bin Laden e dalla scomparsa di Muhammar Gheddafi. Chiude la classifica Campovolo, il concerto-evento di Luciano Ligabue che si è svolto lo scorso luglio a Reggio Emilia. Un anno prima i protagonisti della top five italiana di Memology erano “Waka Waka“, “FarmVille” e “Haiti“, con il “Bunga bunga” al quinto posto.

Nella classifica internazionale invece, la morte di Osama bin Laden, i Green Bay Packers che vincono il SuperBowl e l’innocenza di Casey Anthony, una donna californiana accusata di avere ucciso la figlia, sono ai primi tre posti. Per quanto riguarda la musica sono state le pagine di Rihanna, Bob Marley e Avrey Lavigne a crescere più in fretta e i loro omologhi nello sport sono Leo Messi, Cristiano Ronaldo e John Cena. Cnn, Fox News e Npr sono i media più popolari e gli articoli più condivisi sono tutti di CNN: in vetta “Foto satellitari del Giappone, prima e dopo terremoto e tsunami” seguito da “Quelli che insegnanti vogliono davvero dire ai genitori” e “No, il tuo segno zodiacale non è cambiato“. “Planking” è diventato il meme tormentone del 2011 e consiste nel farsi fotografare orizzontali e faccia a terra nelle posizioni più improbabili. A inaugurare il trend, poi diffuso via Facebook, una foto pubblicata dal figlio del primo ministro neozelandese John Key. Grande successo virale invece per gli acronimi “lms” (like my status) per invitare gli amici a cliccare “mi piace” e “tbh” (to be honest), che corrispondono anche al primo e secondo posto di Memology 2011 per gli Stati Uniti, e per il produttore e musicista statunitense Skrillex.

Per quanto riguarda l’Europa, la notizia più rimbalzata sugli status di Facebook in Francia è stato lo scandalo Strauss Kahn, in Germania la morte di Amy Winehouse, in Spagna gli Indignados e il matrimonio tra William e Kate nel Regno Unito.