Almaradio con le trasmissione ha iniziato lo scorso 28 settembre e a oggi la anima una settantina di studenti iscritti all’Alma Mater di Bologna. Venti i programmi che vengono ideati nella sede di via Borgonuovo 6 e che vanno streaming alternandosi dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 20 consentendo ai ragazzi di acquisire competenze nei diversi settori (dalla conduzione alla regia, dal montaggio alla post produzione). Tanto che una delle collaboratrici della web radio universitaria ha iniziato poi con l’emittente bolognese Punto Radio. La quale questa sera, a partire dalle 22, darà spazio a Trivial, trasmissione realizzata dagli studenti.

La realizzazione del palinsesto e delle attività informatiche a corredo sono possibili con il supporto di due sponsor, l’Alma Graduate School di Massimo Bergami e la Stracciari Auto, mentre al momento si è in attesa che l’ateneo del capoluogo dia un cenno alla proposta di future sinergie. Sinergie che potrebbero concretizzarsi in varie forme, tra cui crediti formativi per le competenze professionali che i collaboratori acquisiscono sul campo.

Infine non mancano momenti in cui incontrare gli ascoltatori e i visitatori del sito (http://www.almaradio.it/). Accadrà per esempio il 2 dicembre al Kindergarten di via Calzoni 6, sempre a Bologna, festa di autofinanziamento durante la quale si potrà anche parlare di future collaborazioni. “Cerchiamo registi, speaker, aspiranti giornalisti, dj, fonici, blogger, artisti e appassionati di musica”, si legge sull’invito all’evento. E per chi non potrà esserci, c’è un altro invito: inviare proposte per posta elettronica.