La storia cambia anche e soprattutto per via di decisioni prese un attimo prima del limite. Lo dimostra la scelta della Lega di Serie A di trasmettere stasera in diretta streaming la gara di Coppa Italia tra Cagliari e Siena sulla propria pagina Facebook. Non era mai accaduto prima. Il più popolare tra i social network apre le porte di casa sua al calcio di casa nostra e permette la visione di una partita che altrimenti non si sarebbe potuta vedere. Non integralmente, almeno.

Tutta colpa di Genoa e Bari. Si fa per dire, ovviamente. Perché originariamente l’incontro tra la squadra ligure e quella pugliese, anch’esso valido per il passaggio agli ottavi di finale del trofeo nazionale, era previsto nel pomeriggio. Poi, per ragioni di ordine pubblico, è stato spostato alle 20,30. Peccato però che la serata di La7, la tv del gruppo Telecom Italia Media che aveva fatto suoi i diritti di trasmissione, avesse già il palinsesto occupato da programmi che non permettavano grandi spazi di manovra. Su La7, per intenderci, a quell’ora c’è Piazza Pulita, nulla da fare, non si tocca. E sul secondo canale disponibile, La7d, era prevista l’altra gara della serata, Cagliari – Siena. Come fare allora? Semplice, si passa il segnale al web, che lo gira ai tifosi che gradirebbero vedere la partita dall’inizio alla fine, senza interruzioni o sovrapposizioni.

L’idea è nata negli uffici della Lega. Che già avevano testato l’efficacia di Facebook qualche mese fa con la diretta di due eventi di tutto rispetto: la presentazione ufficiale del pallone 2011/12 e il varo del calendario del massimo campionato. Certo, la diretta di una partita non vale, per importanza e numero di connessioni potenziali, l’alternarsi non elettrizzante delle gare previste in stagione, ma non c’era la possibilità di fare diversamente. L’occasione per il test che vale la storia andava presa per tempo e proposta a chi di dovere, ovvero La7, che a quel punto non ha potuto fare altro che ringraziare la Lega per la possibilità e garantire il passaggio del segnale sul web. E quindi, ecco la strategia: Cagliari – Siena va in onda su Facebook (ore 21,15), sulla pagina ufficiale della Lega. Mentre invece Genoa – Bari viene trasmessa sul canale Youtube di La7 (il via alle 20,30). Anche qui, altra rivoluzione da copertina. Per la cronaca, La7d proverà ad accontentare comunque gli appassionati delle quattro squadre, ospitando in tv una parte delle due partite, ma per chi vuole seguire gli incontri dal primo al novantesimo minuto, non resta che accendere il pc e sperare nella qualità del collegamento Internet. Perché vedere il calcio a spezzoni non fa piacere.

Come si diceva, per il calcio italiano si tratta di una prima assoluta. Se le cose andranno bene e i numeri premieranno la scelta, si potrà estendere l’iniziativa ad altre gare. Anche se in Lega sono molto cauti rispetto alle prospettive del progetto web. Perché se per le gare di questo turno di Coppa Italia non sono stati firmati accordi di licenza con l’estero, sarebbe evidentemente più complicato giustificare una simile impresa per le partite di campionato, per le quali esistono già dei contratti che vanno rispettati senza battere ciglio. Prima assoluta in Italia, ma anche in Europa, o quasi. Pare che soltanto in Inghilterra sia stato tentato qualcosa del genere. Nell’agosto di quest’anno, la partita di FA Cup tra Ascot United e Wembley è stata trasmessa in diretta streaming sulla pagina ufficiale di Facebook della squadra di casa. E i risultati sono stati a dir poco straordinari. Pubblico pagante allo stadio: 90 persone. Utenti unici connessi per seguire la gara sul web: quasi 100 mila.