Se non avete visto Breaking Dawn e non avete letto il romanzo omonimo della Meyer non leggete: contiene spoiler, ovvero rivela trama e trame. Se l’avete letto, avete visto il film o comunque non ve ne frega nulla, fatevi avanti: questi vampiri son sdentati, anemici e chi più ne ha più si tenga lontano dalla sala. Non è boicottaggio, ma semplice buon gusto, al netto di snobismi cinefili: eppure, spiace ammetterlo, Breaking Dawn diretto da Bill Condon e distribuito da Eagle in 802 sale ha debuttato mercoledì con un milione  e 800mila euro. Comunque, qui non facciamo i conti in tasca, ma le pulci a Edward e Bella, vampiri, licantropi e compagnia brutta. Dieci comandamenti, perché Twilight non s’ha da vedere.

1) Manco nei peggiori Pierini, l’ansia da prestazione si combatte con un’epilazione: Bella si fa la ceretta, e non è un bello spettacolo. Da par suo, Edward fa a pezzi il baldacchino, il piumino vola, il pecoreccio pure e lui chiede, da macho premuroso: “Amore, ti ho fatto male?”. Ebbene, a noi sì.

2) Il viaggio di nozze di Ed e Bella è all’insegna del turismo irresponsabile: toccata e fuga in stile safari a Rio, villona abusiva sulla spiaggia, domestici indigeni a malapena tollerati e jet privato. Alla faccia della crisi

3) La storiella a uso e consumo di Robert Pattinson (Edward) e Kristen Stewart (Bella) ha già deforestato mezza Amazzonia: vogliamo continuare? No, (letterale, cari Ed e Kris) piantatela!

4) “Qualcosa dentro di me si muove!”, osserva Bella; “Morte!”, vaticina una mammana indigena; “Carlisle tirerà fuori quella cosa!”, promette Edward. Non ci crederete, ma queste battute le sentirete in un minuto scarso: aridatece Alien!

5) Se anche a voi il 2 x 1 piace solo al supermercato, non cadete nel tranello 2 film x un libro: il raddoppio conviene solo al box office, per gli spettatori è un pacco.

6) Se non vi piace giocare ad “aborto sì, aborto no”, state lontani da casa Cullen: l’atmosfera è da Tea Party, reazionaria e familistica, più che familiare. Se i mostri son normali, che cosa non è normale? Che un lupo (Jacob) si trasformi in cane da guardia dei vampiri? Ebbene, succede pure questo.

7) Se vedete i filmini softcore non solo per le musiche, fatevi indietro: la colonna sonora di Breaking Dawn è la stessa, ma in effetti non si tromba.

8) Se aspettate un bambino, un cesareo col taglierino delle elementari non fa per voi – nemmeno un mostro in grembo, se per questo.

9) Per favore, non mordermi sul collo!, diceva Roman Polanski; Per favore, non sbavarmi sul colletto!, risponde oggi Bill Condon.

10) Infine, due notizie. Prima la cattiva: manca un altro capitolo. Poi la buona: manca solo un altro capitolo.