Caro Monti,

Come potrà verificare, nel suo percorso istituzionale, le idee non le mancheranno. Almeno ogni italiano ne conserva una nel cassetto che, il più delle volte, nasce da un interesse privato riferito a se stesso o a qualche parente prossimo. Sottraendo i bimbi sotto i trentasei mesi che per ragioni ovvie hanno difficoltà ad esprimere un ragionamento compiuto, ritengo che potrà contare su parecchie decine di milioni di bizzarri propositi. Dei più svariati: dal volere istituire il baratto come moneta di scambio alle ipotesi più fantasiose per cui in pensione si va dalla nascita e si inizia a lavorare superati i 35 anni di età. Dal diritto alle vacanze al mare al riconoscimento della dignità dei microbi.

Ci sarà da tenere lontani i partiti: diminuire i loro finanziamenti assumerà la dimensione di un martirio perpetrato ai loro danni. Per la democrazia è fondamentale presentare il pensiero di qualsiasi parlamentare che, non in linea con l’elettorato che lo ha eletto, avverte l’esigenza di fondare un gruppetto, una nuova politica, un balzo in avanti, che si discosta di una virgola da quello degli altri. Le diranno che sempre in nome della democrazia è doveroso pagare profumatamente le esalazioni verbali di un Scilipoti o di un Calearo che uniti fanno un gruppo parlamentare. Non ci creda, tendenzialmente sono nullafacenti che guadagnano cifre non irrilevanti per una sorte a loro favorevole. Ricondurli a quel nulla da cui provengono sarà opera meritoria.

Le auto blu le incenerisca: erroneamente considerato un costo della politica, in realtà, sono una comodità dei politici. Vivono nella certezza che solo una macchina con autista trasmetta quella autorevolezza che hanno smarrito per strada o che non hanno mai avuto.

Non si preoccupi, eccessivamente, delle accuse di essere un inviato delle grandi banche. Fosse stato presidente della Onlus Maria La Vergine si sarebbe tirato in ballo l’Opus Dei o Odessa. E non si preoccupi se le sguinzaglieranno i migliori segugi del giornalismo italiano per verificare il suo colore preferito di calzini. In Italia gli odori e i colori si traducono in visione del mondo. Un taglio di capelli in una collocazione politica.

Infine dismetta il loden: troppo di parte.