“Una nuova struttura verticistica”. Così Giuseppe Pignatone, procuratore capo di Reggio Calabria, spiega quanto emerso soprattutto dalla operazione denominata “il Crimine”, condotta parallelamente con la Dda di Milano nel 2010. “Stiamo assistendo ad una ristrutturazione della ‘ndrangheta che, pur mantenendo l’articolazione familiare, ha un organismo verticistico in grado di decidere, pertanto ancora più pericoloso”.
Relatore di una Lectio Magistralis presso la Università Bocconi di Milano, nella ‘Giornata della virtù civile’ organizzata dall’Associazione civile Giorgio Ambrosoli, il magistrato insiste sull’importanza della sensibilizzazione e “del ruolo propositivo della società civile” quale risposta efficace al dilagare del potere dei clan. “Alzare il livello di attenzione” – dichiara Umberto Ambrosoli – “proprio questo ci è stato richiesto dal Sindaco di Milano Pisapia nell’istituire il Comitato dei Saggi contro le Mafie” di cui l’avvocato fa parte. “La legalità è un fatto culturale!”  di Giovannij Lucci