Il 5 novembre è stata la giornata dei beni confiscati alle mafie. E a Milano, Libera ha organizzato Scopri il Bene, “una campagna di informazione e sensibilizzazione sul tema dell’infiltrazione dei clan nel territorio”, dice Ilaria Ramoni dell’associazione. “Un’iniziativa per ricordare che i beni dei boss sono un patrimonio sottratto alla collettività, cioè a tutti noi”, ricorda il consigliere comunale David Gentili. Uno dei luoghi più rappresentativi è un ex-night club, il Pink Rabbit, mai inaugurato causa arresto per associazione mafiosa del proprietario. “Oggi sala prove musicale con annessa attività di web radio”, racconta Jacopo Dalai, responsabile dell’associazione Arché.  di Giovannij Lucci