Roma e Napoli si svegliano nel sangue. Due agguati nella notte di Halloween. Nella Capitale in un quartiere difficile come quello di Torre Angela, alle 6,30 circa è rimasto gravemente ferito un uomo di 30 anni, un pregiudicato, ex pugile e buttafuori nei locali con precedenti per droga. Quattro colpi di pistola che lo hanno raggiunto mentre era in auto con la propria compagna in via Aspertini. La donna è illesa. A indagare sono i carabinieri di Frascati. Intanto l’Associazione nazionale forze di polizia lancia l’allarme criminalità su Roma. Quello di Torre Angela è l’ennesimo di una serie di agguati avvenuti a Roma. Secondo un rapporto dell’Anfp, Roma ha avuto un aumento nel 2010 del 7,8 % dei reati, senza tenere conti dei delitto avvenuti nell’anno in corso. Anno che sta registrando una pericolosa recrudescenza dei fatti delittuosi. In luglio Flavio Simmi è stato freddato con 9 colpi di pistola da un killer nell’elegante quartiere Prati. Pochi mesi prima, ad aprile, sempre in Prati, davanti al teatro delle Vittorie era stato ucciso con un colpo in pieno viso un imprenditore, Roberto Ceccarelli, 45 anni.

Poi altri delitti e alcune gambizzazioni. Sempre nel quartiere Tor Bella Monaca, a poca distanza da Torre Angela, poche settimane fa, a metà settembre, è fallito un altro agguato ai danni di un uomo di 47 anni, un pregiudicato. L’uomo si è salvato, così come la figlia di 10 anni che viaggiava in auto con lui, i killeri hanno sparato ben otto colpi. Sempre a Tor Bella Monaca pochi giorni fa gli uomini dell’Arma hanno fermato un uomo. L’uomo, che aveva precedenti penali, deteneva una pistola con al matricola abrasa e con il colpo in canna. I carabinieri stanno cercando di capire se l’arma potrebbe essere stata utilizzata in un’altra serie di fatti criminali accaduti nei quartieri di San Basilio, Primavalle, Casilino e San Paolo.

A Napoli, invece, gli assassini sono entrati in azione in pieno centro. A via Luigi Serio, nei pressi di via Marina. Alle 23,30 di ieri sera un uomo con il volto coperto da una maschera di Halloween, un teschio deformato, si è avvicinato a tre persone che uscivano da un circolo ricreativo e ha esploso vari colpi. Un uomo è rimasto ucciso e altri due sono rimasti feriti. L’uomo ucciso è Salvatore Rispoli, un pregiudicato di 46 anni con precedenti per Camorra.

I due feriti sono stati portati all’ospedale Loreto Mare di Napoli. Si tratta di Antonio De Vita, 52 anni, e Luigi Papi, 46 anni. Gli agenti della squadra mobile di Napoli hanno rinvenuto diversi bossoli di calibro 9. L’agguato è probabilmente di matrice camorristica. I tre sono stati sorpresi dal fatto che sul lungomare vi erano diversi gruppi di persone che stavano festeggiando la notte delle streghe e che si stavano recando alle feste organizzate. L’umo si sarebbe, poi, allontanato di corsa a piedi.