Va in scena il tradimento totale. La vicenda psichiatrico-familiare di Giampi Tarantini e sua moglie è il paradigma dell’Italia berlusconiana, l’amo-amas-amavi della menzogna fatta legge. Giampi procura donne al premier ma tramite La(s)vitola. Giampi ha una moglie che ha delle amiche che vogliono conoscere il premier. Giampi se ne passa qualcuna e già che c’è qualche moglie di benestanti baresi che forse non sanno ma forse insomma, che volete che sia: cara già che vai da B., parlagli di quell’affaruccio.

La moglie di Giampi è furiosa, ne parla con La(s)vitola che già che c’è pure lui approfondisce con la moglie di Giampi. Lui dice adesso: quando saranno rese note le intercettazioni mia moglie mi lascerà, però sapevo che stava con La(s)vitola. La moglie dice: stavo con La(svitola) ma non sono mica una di quelle: mio marito mi ha riempita di corna. E comunque non lo lascio perché è il padre dei miei figli. La(s)vitola nel frattempo sparisce e lascia a bagno tutti e due.

Tutti tradiscono tutti e tutti negano di tradire. Il tradimento globale nell’Italia tradita, appunto.