Un meccanico di 47 anni, Ivano Ferraris, originario della provincia di Verona ma residente a Reggiolo nella bassa reggiana, questa mattina intorno alle dieci ha prima ucciso la moglie Beatrice Mantovani, che aveva appena accompagnato la figlia di 5 anni all’asilo, poi si è tolto la vita. La donna,  35 anni originaria di Carpi e barista in un locale di Novellara, è stata assassinata con una serie di fucilate che l’anno sorpresa mentre scendeva dall’auto e stava accingendosi a far ritorno alla propria abitazione in via Falcone a Reggiolo.

Secondo le prime  testimonianze dei vicini, i colpi esplosi dal fucile da caccia di proprietà del padre dell’assassino (arma regolarmente denunciata ndr) sarebbero stati due. Dopo l’omicidio  l’uomo si è tolto lui stesso la vita. Vano e disperato il trasporto di Beatrice Mantovani verso l’Ospedale  Maggiore di Parma. La donna infatti è deceduta durante il tragitto. Il movente del folle gesto sarebbe da ricercare nella separazione tra i due, avvenuta circa sette mesi fa. A rendere ancora più tragica la vicenda è il particolare che la Mantovani avesse appena accompagnato all’asilo la figlia di soli 5 anni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri mentre le indagini su questo caso di omicidio-suicidio sono coordinate dal pubblico ministero di Reggio Emilia Luciano Padula.