L’evento si consuma in un angolo del meeting ciellino di Rimini, comprensibilmente non indicato sul programma ufficiale: si festeggia il primo compleFacebook di Roberto Formigoni. Da un anno il governatore della Lombardia è sul social network all’insegna dello slogan “costruisci l’Italia che sogni” (e che lui, par di capire, sogna da presidente del Consiglio).

La torta è al cioccolato, i flute di plastica, le urla dei fan da sabba più che da stadio, Formigoni arriva e sale sul palchetto a fianco della sua sagoma di cartone: “Avete delle bellissime facce e siete molto ma molto caldi!”. Appposite volontarie di Cl lanciano sulla piccola folla i braccialetti tricolori da indossare per dimostrare la fede formigoniana, ci sono le magliette, che il governatore non disdegna di autografare, “ci sono anche gli orologini”, ricorda Formigoni. Il coro è classico, “un-presidente-c’è solo- un-presidente”. Una volta era riservato a Berlusconi, ma i tempi stanno cambiando.