Un altro barcone con 312 profughi partiti dalla Libia, tra i quali 59 donne e quattro bambini, è approdato in nottata a Lampedusa. L’imbarcazione è stata soccorsa a poche miglia dalla costa da una motovedetta della Guardia di Finanza. Negli ultimi quattro giorni sono sbarcati sull’isola circa 2600 migranti. Nel centro di prima accoglienza di contrada Imbriacola, dove vengono ospitati gli extracomunitari in attesa di essere smistati verso altre strutture, si trovano in questo momento circa 2 mila persone.

In mattinata è arrivata nel porto di Taranto la nave ‘Moby Fantasy’ partita l’altra sera da Lampedusa: 600 degli 800 passeggeri a bordo, provenienti soprattutto dall’Africa subsahariana, sono stati portati al Centro di Accoglienza di contrada Paionè tra Manduria e Oria. Gli altri saranno portati al centro di accoglienza temporanea di Campochiaro, in Molise.

Sale invece la tensione a Pantelleria, dove ieri sera è stato appiccato un incendio all’interno della struttura del centro di accoglienza. Un gruppo di migranti ha dato fuoco a materassi e suppellettili: sono intervenuti i vigili del fuoco e ottanta persone sono state soccorse dai carabinieri e dai militari della Finanza e fatte uscire dalla struttura. Durante i soccorsi, alcuni extracomunitari sono riusciti a fuggire e non sono stati ancora rintracciati. Il vice sindaco, Fabrizio D’Ancona, ha diffuso questa mattina una lettera inviata dall’amministrazione comunale alla prefettura e al ministero in cui si sottolinea la difficile situazione del centro di accoglienza, dove già nelle scorse settimane per due volte si erano verificati disordini.