Il nuovo cda del San Raffaele, attraverso Giovanni Maria Flick, ha chiesto alla Procura tre mesi di tempo per presentare un concordato preventivo per salvare l’ospedale gravato da quasi 1 miliardo di debiti.

Il Pm Luigi Orsi ha risposto dando una sorta di ultimatum: o verranno dati segnali concreti al più presto o la Procura chiederà il fallimento. La data di scadenza dell’ultimatum è quella del 15 settembre, giorno all’indomani del quale l’Autorità giudiziaria è pronta a chiedere il crac se non verranno date garanzie sufficienti di appianare il debito. Ma la richiesta di fallimento, si apprende in ambienti giudiziari, potrebbe arrivare anche prima, in assenza delle garanzie richieste.