I mercati crollano, il governo barcolla, ma non molla, la Casta impazza. E la cosiddetta informazione tv chiude per ferie. Voi, però, non preoccupatevi. A dirvi dal piccolo schermo quello che gli altri non dicono (e che se anche ci fossero stati non vi avrebbero mai detto) ci pensano il Fatto Quotidiano e ilfattoquotidiano.it. Con otto puntate di talk show in diretta streaming dalle 22.30 alle 23,30, tutti i lunedì, mercoledì e venerdì, a partire dal 20 luglio fino al 5 agosto. Otto puntate di approfondimenti, analisi e dibattiti dal titolo: “E’ la stampa bellezza”, mitica battuta recitata da Humprey Bogart in “L’ultima minaccia” nel film di Richard Brooks del 1952.

Nato dalle ceneri di Telebavaglio, parte il secondo esperimento di tv seriale sul web della nostra redazione. Con pochi mezzi, tante idee e (speriamo) tantissime notizie vi racconteremo l’attualità politica, economica e giudiziaria. Vi parleremo di esteri, cronaca e cultura. Con le anticipazioni del giornale del giorno dopo. Con la nostra satira e con gli interventi dei nostri cronisti e delle nostre firme.

In studio, anzi in redazione, si alterneranno Antonio Padellaro, Marco Travaglio, Peter Gomez, Luca Telese, Marco Lillo e tanti altri. Ci saranno servizi filmati, interviste, faccia a faccia in diretta con i protagonisti della politica, dei media, delle istituzioni e della società civile. E sopratutto ci saranno le risposte alle domande che ci farete sul sito, su twitter, facebook e via mail.

Tre volte alla settimana “È la stampa, bellezza” proverà  così narrare quello che, secondo noi, è successo di veramente importante. E soprattutto a spiegare, in diretta, il perché.