NEW YORK – Barack Obama è una “testa di c***o”. Una dichiarazione uscita dalla bocca, senza pensarci troppo, di Mark Halperin. E la fine della sua collaborazione con la MsNbc. Il giornalista, volto molto noto in tv e firma del prestigioso settimanale Time, era alla trasmissione Morning Joe, dove ha detto: “Penso che sia stato una sorta di testa di c***o ieri”. Halperin non ha apprezzato la conferenza stampa del presidente, che ha invitato i repubblicani a venirgli incontro alzando le tasse ai più ricchi.

Prima dello scivolone, Halperin aveva chiesto ai suoi colleghi – di fronte alle telecamere – se la trasmissione avesse il “ritardo dei sette secondi”, una diretta lievemente ritardata che permette di censurare parole o frasi sconvenienti. Il giornalista pensava forse di poter parlare in libertà. Magari la parolaccia sarebbe stata censurata da un “bip”. Ma così non è stato. In maniera molto avventata, la firma di Time ha detto la sua, e nessuno lo ha fermato.

Dopo la “testa di c***o”, l’anchorman Joe Scarborough è rimasto di sasso, e ha tentato l’ultima carta parlando alla regia: “Ritardate, ritardate”. La provvidenziale censura, però, non è arrivata. Quindi Scarborough, rivolto ad Halperin, ospite fisso della trasmissione, gli ha chiesto: “Ma che cosa fai?”. E ancora: “Non ci posso credere, l’abbiamo ritardata?”. Sullo studio è sceso l’imbarazzo di tutti, anche della co-conduttrice Mika Brzezinski.

La MsNbc ha quindi diffuso un comunicato: “I commenti di stamattina di Mark Halperin sono completamente inappropriati ed inaccettabili – si legge nella nota – chiediamo scusa al presidente, alla Casa Bianca e a tutti i nostri spettatori”. La testata ha detto di volere “un discorso di alto livello: commenti come questi non hanno spazio da noi, e di conseguenza Mark sarà sospeso indefinitamente dal suo ruolo di analista”.

Lo stesso Halperin ha firmato un comunicato in cui si dice completamente d’accordo con la testata (“la scelta che hanno preso è totalmente appropriata”). Anche lui ha “offerto scuse sentite e profonde al presidente, ai colleghi della MsNbc, e ai nostri spettatori” perché “le mie dichiarazioni erano inaccettabili, e me ne rammarico profondamente”. Il giornalista, simpatizzante moderato dei repubblicani, in passato non era mai stato particolarmente aggressivo contro Obama, come sono invece i colleghi della Fox.